La dittatura e la censura

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La dittatura e la censura

Messaggio  Andrea il Sab Mag 17, 2008 1:05 pm

In Italia la dittatura viene nascosta al cittadino facendo credere al popolo che siamo in democrazia.
In base agli avvenimenti che succedono spesso tipo censure televisive, immunità parlamentare, legge elettorale anticostituzionale ecc... in Italia c'è la dittatura nascosta.
I signori che stanno in Parlamento invece di farsi dare gli ordini dal popolo in quando il POPOLO E' SOVRANO (Art. 1), fanno leggi e leggine per i loro interessi Es: Legge immunità parlamentare, legge sui rimborsi elettorali, legge elettorale anticostituzionale, legge Gasparri ecc... tutte queste cose violano la Costituzione Italiana.
Art. 21.
Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione. La stampa non può essere soggetta ad autorizzazioni o censure.

Questo articolo è totalmente violato in quando i mezzi di informazione, specialmente quelli televisivi sono soggette a censure, l' informazione secondo l' articolo 21 deve essere trasparente al 100%e non deve essere sottoposta a censure per nascondere molto spesso anzi sempre la verità sui Signori del Parlamento.
Appena un qualsiasi giornalista in tv dice cose che possono danneggiare un politico non per aver falsificato la notizia anzi per aver detto la verità sul quel politico viene subito denunciato o esplulso dalla tv pubblica, impedendo al giornalista stesso di diffondere la verità a 360°.
Il caso Travaglio, Annozero, Luttazzi, Enzo Biagi sono l' esempio di una censura.
La tv cioè la Rai deve essere pubblica al 100% e non deve essere controllata dai partiti, la Rai a parte che è finanziata dalla pubblicità e finanziata dai cittadini con il canone Rai.
Io mi domando ma perchè pagare un canone anzi perchè finanziare una tv che dovrebbe essere pubblica ma in realtà non lo è ?
Perchè pagare un canone quando la stessa Rai si finanzia con la pubblicità ?
Quindi il canone è un pizzo è basta, il canone sarebbe giusto pagarlo quando:
La Rai è pubblica veramente.
La Rai non è manipolata dai partiti ma indipendente.
La Rai è priva di pubblicità.
Quindi siccome non ci sono queste 3 punti nella Rai quindi il canone è illegittimo, il canone se lo paghino i partiti.
Bisogna opporsi a questa cosa finchè l' informazione non sarà e dico non sarà libera.
Il cittadino ha diritto ripeto ha diritto di sapere tutto, sapere ciò che fanno i politici e se c'è qualcosa che danneggi il cittadino, il cittadino deve avere il potere di cacciarlo.
Il popolo è sovrano è deve esserlo, i politici devono essere solamente i nostri operai e noi i datori di lavoro, solo così l' Italia potrebbe avere la speranza di rifiorire.
avatar
Andrea
Admin

Messaggi : 12
Data d'iscrizione : 26.02.08

Vedi il profilo dell'utente http://castapolitica.altervista.org

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum